Biografia : Ronnie James Dio

 

 ronald james padovano

 

(Portsmouth, 10 luglio 1942 - Huston, 16 maggio 2010)

 

Era considerata una delle voci più caratteristiche, potenti ed imitate della scena metal e molti ritengono che abbia diffuso il gesto delle corna nella sottocultura heavy metal, anche se esistono incertezze su chi l'abbia introdotto. Secondo una versione fornita dallo stesso cantante, l'atto deriverebbe direttamente dal classico gesto apotropaico di origine Abruzzese, che sua nonna faceva spesso.
Sui dati anagrafici di Ronnie James Dio aleggia molta incertezza. Statunitense figlio di genitori italiani, all'anagrafe risulterebbe come Ronald Padavona (altri ritengono invece che il suo cognome sia o Padovano, o Padovana oppure Padovanelli); sarebbe nato a Portsmouth nel New Hampshire, il 10 luglio 1942.
Ronnie crebbe a Cortland nello stato di New York. Ancora adolescente iniziò a suonare la tromba in gruppo rockabilly e si diede lo pseudonimo "Ronnie Dio". Il termine Dio non venne scelto per riferimenti religiosi ma ispirandosi ad un gangster statunitense di origini italiane, Johnny Dio. Nel 1957 fondò un gruppo di rock'n'roll dal nome "The Vegas Kings", conosciuto negli anni come "Ronnie Dio and the Prophets". Con questo gruppo, il cantante incidera' una manciata di singoli ed un solo album nel 1963, Dio at Domino's. All'inizio degli anni settanta passo' a sonorita' piu' decisamente hard rock creando un nuovo gruppo, noto prima come Electric Elves, poi come Elves e infine come Elf. Gli Elf incisero un album negli Stati Uniti, per poi spostarsi in Gran Bretagna nel 1973, con un contratto per l'etichetta Purple, incidendo un altro album.
In Inghilterra Dio si trovo' in contatto con la scena dell'hard rock e dell'heavy metal. Il suo gruppo arrivò ad aprire i concerti dei Deep Purple, gruppo in cui suonava il chitarrista Ritchie Blackmore. Impressionato in particolare dalle doti vocali di Dio, e deciso per altri motivi ad abbandonare i Deep Purple, nel 1975 Blackmore prese le redini degli Elf, ribattezzandoli Rainbow e facendone un gruppo suo. Dopo alcuni album con i Rainbow, Dio si trovò in disaccordo con Blackmore, che voleva portare la band verso un genere più commerciale, e abbandonò, venendo immediatamente reclutato dai Black Sabbath che, nel 1978, avevano appena licenziato il cantante Ozzy Osbourne. Dio fornì nuove energie ai Black Sabbath (che attraversavano un periodo di crisi), e incise con loro due album di grande successo, Heaven and Hell e Mob Rules e un live dal titolo palindromo Live Evil. Attriti con i Sabbath lo portarono però ad abbandonare nuovamente e formare, insieme a Vinnie Appice (uscito dai Black Sabbath insieme a lui), una propria band di nome Dio, che è tutt'ora la sua band ufficiale. Alcuni detrattori ritengono che il logo dei Dio (scritto con caratteri che ricordano quelli gotici-medievali), se capovolto, lascia intravedere la parola "DEVIL" (diavolo). La band esordì nel 1983 con l'album Holy Diver, pubblicato da Vertigo; oltre a Dio e Appice, apparivano Jimmy Bain (ex Rainbow) al basso e Vivian Campbell alla chitarra. L'album ebbe un enorme successo di pubblico, e contribuì a definire un certo genere di metal dai contenuti fantasy e mitologici, già in parte presenti nei lavori di Rainbow e Sabbath, ma che con Holy Diver, e il tour che ne seguì, prese forse una forma più esplicita che mai; negli infuocati show di Dio le tecnologie più moderne (per esempio il laser) venivano utilizzate per creare un'atmosfera fantastica, popolata da draghi, mostri, demoni e spettri, fornendo forse il prototipo a cui alludono molti gruppi più recenti. Nel 1984 Dio rinnovò il suo successo con The Last in Line, altro album ricco di riferimenti mitologici, mistici e fantastici, e accompagnato da un tour con scenografie altrettanto visionarie (memorabile per esempio la collocazione della batteria di Appice in cima a una piramide egizia di oltre dieci metri, e la chitarra di Campbell dotata di raggi laser). Sacred Heart del 1985 e Dream Evil del 1987 proseguivano essenzialmente sulla stessa linea, ricalcando i temi sia musicali sia contenutistici dei primi due lavori; nel secondo, Campbell fu sostituito da Craig Goldie, ex Giuffria. L'album successivo, Lock Up the Wolves, fu pubblicato nel 1990, con Rowan Robertson sostituto di Goldie alla chitarra, e Simon Wright (ex AC/DC) alla batteria. Seguì la parentesi Black Sabbath dell'album Dehumanizer, un album dalle sonorità molto graffianti. Di stile sonoro risentì anche il successivo album dei Dio, Strange Highways, accolto piuttosto male dai fan (l'album non entrò neppure in classifica); così come non molto soddisfacente si rivelò il seguente Angry Machines del 1996. Nel 1998 i Dio pubblicarono il doppio album dal vivo Inferno-The Last in Live, che ripercorreva tutta la carriera di Dio, compresi brani dei Rainbow e dei Black Sabbath. Nel 1999, Ronnie James Dio appare in un episodio del cartone South Park intitolato Hooked on Monkey Phonics. Il successivo album in studio, Magica del 2000, era un vero e proprio concept album, ispirato a un libro di incantesimi. Anche questo comunque lasciò perplessi molti fan, soprattutto per i toni cupi, pesanti e piuttosto monotoni. Migliore fu l'accoglienza per Killing the Dragon, un album più leggero, che sconfina addirittura nel rock'n'roll. L'ultima opera dei Dio a oggi è Master of the Moon del 2004, piuttosto vicino al precedente. Nel 2006 ha fatto una rapida comparsa nel film "Tenacious D e il destino del rock" (Tenacious D & the Pick of Destiny, 2006), di Liam Lynch, con Jack Black e Kyle Gass e con la partecipazione di Tim Robbins, John C. Reilly, Ben Stiller, Meat Loaf e Dave Grohl (dei Foo Fighters). Ronnie, assieme a Tony Iommi, Geezer Butler e Vinnie Appice,si sono riuniti per dare vita agli Heaven and Hell, il quale altro non è che la formazione del disco Mob Rules dei Black Sabbath. Il 3 Giugno 2007 sono sbarcati anche in Italia al festival Gods of Metal. Attualmente il gruppo si accinge a suonare nel Regno Unito una serie di date (Novembre). Verso la fine del 2009 Ronnie annuncia al mondo che ha un cancro allo stomaco, muore alle 07.45 del 16 maggio 2010 in un ospedale a Huston.

 

 

 

Discografia

Torna all'indice